Max

Zephirot: L'Albero della Vita

SephirotPartzufim
01MalkutL'origine fisica delle cose, già presente in tutti gli esseri viventi
02YesodLa fondazione, per raggiungerla bisogna aver toccato l' essenza della verità, avendo provato tutte le emozioni
03HodLa splendore, che ha come aggancio al fisico la semplicità. La semplicità è la capacità di non angosciarsi troppo per il futuro
04NetzachLa vittoria, la si raggiunge quando ci si rende conto di essere il migliore, facendo nascere così nascere in se stessi la sicurezza
05Teferet
(Tiphares)
La bellezza, la cui partzufim è la compassione, la si raggiunge dopo essere stati a contatto con il Mare di Dirahc, il mare dei numeri irreali e dell' irrealtà (da notare che il primo, anche se più basso significato delle sephirot è puramente matematico)
06G'vurahLa forza, la rabbia. E' una sephirot difficilmente controllabile e quasi sempre genera Chesed come quasi immediata conseguenza
07ChesedL' amore. Porta ad avere un amore incondizionato per ogni creatura vivente
08Homa
(Binà)
L' intelligenza, la si raggiunge dopo aver acquisito l' undicesima sephirot, Da'at, la conoscenza unificante (una sephirot complementare a cui bisogna arrivare per non essere poi accecati da Keter); la si acquisisce nei momenti in cui fisico e metafisico si uniscono, ed ha come Partzufim la felicità per aver avuto le risposte a tutti gli interrogativi. Homa dà anche la capacità di pensare in modo veramente logico, avendo a disposizione tutti i dati, dati da Da'at, per crearlo
09ChokhmàLa sapienza, comporta la capacità infallibile di distinguere l'opportunità di una azione o di un pensiero
10KeterL' orizzonte divino dell' eternità, raggiunto quando si prende piena conoscenza di se e dell' umanità, valicando l' ultimo anello, Keter, divenendo Dio