Ugo

Epilogo

Una vita fatta per finire.
Quasi un animale cresciuto per morire.
Difficile, complicata come poche.
Sarebbe stato facile viverla felice,
una famiglia buona che ti guida.
Quasi tutto quello che vuoi, e che ti puoi guadagnare.
Sarebbe stato semplice viverla scandita da una regola.
Avresti potuto ascoltare, il metronomo regolato basso,
che segna,
passo dopo passo, con delle orme di fango, una vita di fango,
vissuta all'ombra di ideali trasparenti e senza spessore,
proiettati,
nella tua mente,
come su una cortina di ghiaccio secco.
Il desiderio continuo, a volte morboso,
di emergere senza guardare il costo
che prima o poi... ...paghi, di uscire da quel fango che ti opprime,
ce la fai! risorgi! .. ... Ma poi
ti risucchia ancora, poi ancora ed ancora, ancora... ..Ancora.
Rinunci a te stesso, ti illudi, ti rifugi nella normalità perché sembra
ti dia sicurezza.
Ma è solo una tenue speranza, l'ennesimo errore, ma...
quando lo capisci,
è solo come sempre... ...troppo tardi.
Ora che forse è giunto il momento di prendere una decisione,
è il momento peggiore per prenderla, ma non hai scelta.
Alla fine, sarà solo la dignità di un uomo, se ancora lo sei, a
prevalere
Quella dignità se basterà nel potere, ti darà,
il coraggio di dire basta, e, come hai vissuto alla grande,
credendo e convinto di farlo,
ti darà la forza di finire, e almeno per questa volta la tua realtà,
non sarà un effetto speciale