Mario Sabbatini from E. by T.A.

I Corpi Artista

(Estratto da I Corpi Artista)

Come possiamo definire l'attuale fase dei nostri processi d'escrementificazione? Pessoa mi ha avvertito che ogni schematizzazione chiara è chiara proprio perché effettivamente non esauriente. Ho il V° teorema con me però che mi aiuterà a rimanere borderline. Ho mangiato un uovo leggero e parto convinto della mia incompletezza. Gioco d'alfiere. Ho con me quattro personaggi che possono rendere l'idea del momento. Io, te, il Tarma e Picasso. Ognuno di noi 4 allo stato attuale è un Corpo Artista. Cioè un corpo singolo che escrementifica pensiero attraverso un tratto specifico, uno stile ( per quanto riguarda il concetto di stile rimando ad un altro lavoro, ora non ho tempo di riprendere il concetto). Io e te ne siamo consapevoli, il Tarma no e Picasso non lo vuole ammettere. O meglio io e te stiamo tentando di varcare una porta per vedere che c'è dopo, il Tarma non ci seguirà o farà finta di farlo come ha sempre fatto, Picasso cercherà di tenere ben chiusa la porta. Sconfinata. Al momento il tarma è peggiore di noi ma Picasso ci dà una pista o almeno ancora tutti sembrano crederlo, perfino te. Però vieni. Loro sono le due estremità della fase del Corpo Artista e noi la mezzana. Appena messo il naso fuori dalla porta però proviamo a fare la cosa più naturale del mondo: diventare Corpi Artista. Umani che uniscono il loro processo d'escrementificazione mentale dando vita ad un tratto. Il MIT ci conforta anche se non ne abbiamo bisogno. Ogni essere umano può gestire da solo al massimo 50.000 parole. Io e te già in due ne possiamo tenere sotto controllo 100.000. Il Tarma nel frattempo ci segue a distanza pronto a tradirci, Picasso non lo vediamo più, ci arriva qualche voce ma già non lo vediamo da mesi. Io e te estremo sulla parte destra della linea, Picasso ultimo dato per perso. Tarma mezzana di centrosinistra. Ed è qui che ormai viviamo da oltre dieci anni, con il Tarma alla nostra periferia che attende il corso degli eventi per decidere cosa fare. Ci siamo incontrati in questi dieci anni con altri io e te che a loro volta si portavano altri Tarma nei pressi. Siamo diventati una comunità di Corpi Artista e una di Tarma. Di Picasso solo leggende per altro sostenute solo dai Tarma ma a noi le purghe non ci piaceranno mai e quindi viviamo spalla a spalla con i Tarma. Una tribù sempre esistita, dalla notte dei tempi e che anche se non lò da a vedere ha avuto la sua parte nell'evoluzione del genere. Ne parleremo meglio più tardi ora ritorniamo ai nostri dieci anni passati insieme da Corpi Artista. Ne abbiamo fatte di tutti i colori (la sinestesia è una malattia frequente tra i Corpi Artista), ci siamo divertiti e abbiamo discusso tanto, abbiamo tentato la ricomposizione, a volte ci siamo riusciti. Qualcuno vorrebbe passare altri cent'anni in questa fase, qualcuno no. Io e te no. Pensiamo da tempo che è possibile andare oltre senza fregarsene di nessuno, nemmeno del Tarma che tanto probabilmente ci seguirà a distanza dovunque. Pronto a tradirci accidenti a lui. E poi non voglio mica abbandonare nessuno, non si può mai abbandonare come non si può mai essere corrisposti, voglio solo pensare e tu sei d'accordo. Ti confido che è qualche tempo che medito di pluralizzare anche l'aggettivo. Cosa? Si sto meditando sui Corpi Artisti. Tu ti ritiri a pensare, il Tarma ascolta a nostra insaputa ma non capisce, Picasso è morto. Di lui più nemmeno leggende. E' una idea che mi affascina e tu ti ritiri a pensare, studi tronica. Corpi che escrementificano non con un solo tratto ma con infiniti, corpi che parlano con mille stili, non la usiamo questa parola, con mille tratti differenti. Che nessuno possa più dire ce li riconosco in questa espressione espulsa. Penso che forse è impossibile checchè ne dica il MIT sempre ottimista sulle possibilità umane ultimamente (come me d'altronde). Penso che quello che ho pensato non possa essere umano mai. Sono a volte frastornato da questo concetto quando continuo a vedere nelle mie escrementificazioni sommarie dei tratti seppur labili di riconoscibilità. Piango e rido. Rido alla fine. Mi è più congeniale. Te nel frattempo mugugnando fai una scoperta importante. Come al solito è stata lì da sempre. Ci siamo passati accanto mille volte. Non ce ne siamo accorti, mai. Mi dici che la mia ipotesi secondo te è possibile ma che ho saltato un passaggio. Un passaggio che è tanto importante in quanto costituisce precedente rispetto alla mia ipotesi. Parla, parla, il Tarma a questo punto perde ogni speranza di seguirci, anche ascoltando. Te dici che tanto tempo fa, quando ancora la porta sconfinata non era aperta, un umano del tutto inconsapevolmente e credendo di essere preda di chissà quali esotersmii, escrementò in maniera mirabile come un Corpo Artisti, da ortonimo ed eteronimo. In vita non confessò a NESSUNO questa suà facoltà. Le cronache, mi dici, riportano che questa sua pluranomalia fu scoperta solo dopo la sua morte. In vita pubblicò l'ortonimo e i suoi eteronimi senza che NESSUNO si accorse di nulla. Costruì le biografie, i luoghi di residenza dei suoi eteronimi, li recensì, li innalzò e li contraddisse. E' difficile a tutt'oggi stabilire se l'ortonimo era migliore o peggiore dei suoi eteronimi, dici che forse è solo una questione di gusti e che noi, io te e chi pensiamo noi, dovremmo ripercorrere, stavolta consapevolmente, questa strada per renderci conto delle possibilità espressive di quella che ho intravista io. Ne sei sicuro, è l'omissione di questa fase che rendeva difficile immaginare il mio percorso. Azz. dico io ma il nome di questo genio. Sssss. fai tu. NESSUNO lo deve sapere, c'è il Tarma nei paraggi. Quello fa finta di appoggiarci e poi zac.
Siamo io e te, estremità e mezzana, a 18 miliardi di frantunesimi da un Tarma che tenta di seguire le nostre tracce: NESSUNO all'orizzonte. Terreno arido. Realtà anagogica.

Quattro escrementificazioni dopo ad est di. Sul. Incontriamo due corpi. Ci chiedono la strada, hanno ucciso il loro Tarma ma della strada non ne sappiamo un cazzo nemmeno noi. Si va insieme.

Legenda: CORPO ARTISTA Tarma----------Io----------Te-----------Picasso
CORPI ARTISTA Picasso--------Tarma---------Io-------------Te
CORPO ARTISTI NESSUNO
CORPI ARTISTI Io-------------------------------------------------Te Tarma