Stefano Poggioli

I Segreti di Evangelion

PROLOGO
La Cabala, una descrizione introduttiva del fondamento di Evangelion

Negli anni dal 1947 al 1956 vengono trovati le Pergamene del mar Morto (Dead Sea Scrools, in Evangelion riportate come Secret Dead Sea Scrolls), contenenti varie informazioni sulla vita della comunità ebraica ed ipotesi sulla venuta degli esseri chiamati Angeli, 17, come messaggeri (Shito) da parte di Dio. Il fondo mistico di Evagelion discende dalla Cabala su cui voglio dare una precisazione per qualche idea più chiara. La Cabala (o Qabbalah dall' Ebraico, "tradizione, ricezione") è, in generale, la mistica ebraica in tutte le sue forme; specificamente, la forma esoterica di teosofia manifestatasi nel XIII secolo in Spagna e Provenza attorno al Sefer ha-zohar o più semplicemente lo Zohar (Libro dello Splendore), da cui hanno tratto origine successivi movimenti mistici ebraici. La Cabala spagnola medievale, la forma più importante di mistica ebraica, era un sistema teosofico che, influenzato da neoplatonismo e gnosticismo, si articolava in un linguaggio simbolico che spiegava la natura del mondo divino e le sue connessioni occulte con il creato. Il sistema era pienamente espresso nello Zohar. Oltre ogni contemplazione umana esiste Dio quale è in sé, ovvero un efflusso dinamico di forza inconoscibile: l'immutabile En Sof (Infinito). Gli aspetti o attributi conoscibili attraverso la relazione di Dio col mondo creato sono le emanazioni dell'En Sof, configurate in dieci sefiroth (regni o piani) e considerate archetipi del creato la cui comprensione dischiude le dinamiche occulte dei cosmi e della storia. L'albero delle sefiroth o "albero della vita" è la figura che ci verrà mostrata fin dalla prima puntata nella sigla d'apertura di Evangelion, e sarà la figura che comporranno nel cielo gli Evangelion della Seele insieme allo 01 durante il Third Impact in The End of Evangelion. Lo Zohar fornisce un'interpretazione cosmico-simbolica dell'ebraismo: fatti e personaggi della storia di Israele divengono simboli di eventi e processi della vita interiore di Dio. Così interpretata, l'osservazione corretta dei dieci comandamenti assume un significato cosmico. L'aspetto cosmico dello Zohar viene portato alle estreme conseguenze e reso tuttavia più coerente nella Cabala luriana. In questo sistema l'En Sof si contrae in sé al momento della creazione, lasciando spazio per il mondo, ma anche per il male: compito dell'uomo diventa quindi la redenzione (tiqqun) del mondo e il ricongiungimento con la divinità. Fondamentali sono, a questo scopo, la preghiera e l'osservanza dei comandamenti. In questo caso il ricongiungimento con la divinità, quindi la purificazione, sarà il processo di evoluzione che in Evangelion viene definito come Third Impact. Ma nella serie viene concepita come il raggiungimento della forma d'esistenza perfetta. Una evoluzione che verrà definita nella serie e nei film in maniera differente secondo le tre modalità:
-Quella desiderata da Keel Lorenz e che la Seele vuole portare in atto
-Quella che intenderà realizzare Gendo
-Quella che alla fine realizzerà Shinji, tramite la sua presa di coscienza e quindi l'evoluzione che questa presa di coscienza gli farà effettuare attraverso le 10 Sefiroth (le tappe del cammino verso la perfezione).

GLI AVVENIMENTI
La trama iniziale di Evangelion

Anno 2000. La seguente informazione è riservata e il mondo non verrà reso partecipe di essa: "Durante una ricerca in Antartide viene ritrovata la Luna Bianca, cioè l'uovo di Adam (contrapposto alla Luna Nera, l'uovo di Lilith, ovvero geograficamente la locazione del Geo Front al di sotto di Neo-Tokyo 3 più uno spazio,ancora interrato, circa nove volte maggiore al di sotto dello stesso). Il tentativo da parte di Katsuragi, padre di Misato, capo della spedizione, di dimostrare la propria teoria del Super Solenoide (S^2) come fonte di energia, che per qualche motivo prevede l'inserzione della lancia di Longinus in Adam, va storto (nell'introduzione di Death verrà mostrato il filmato recuperato sul luogo dell'esperimento), crea un'immane esplosione" Quindi: Il gigante su cui viene realizzato l'esperimento, denominato Adam, ha dentro di sé un'energia fortissima, che gli scienziati tentano di porre sotto controllo (S^2), ma falliscono provocando l'esplosione di Adam e lo scioglimento dei ghiacci: il livello dei mari si alza, le stagioni cambiano, intere città vengono sommerse, crisi, guerre...il risultato è la morte della metà della popolazione mondiale. Questo è il Second Impact. Anche gli scienziati in Antartide muoiono, ma uno di essi riesce a mettere in salvo sua figlia, una ragazza di 15 anni di nome Misato Katsuragi.

Anno 2001. Le Nazioni unite prendono il controllo della situazione dotandosi di un proprio esercito: innanzitutto divulgano la notizia che la catastrofe, da allora conosciuta come "Second Impact" (Secondo Impatto: per First Impact si intende il meteorite che causò l'estinzione dei dinosauri), è stata provocata dalla caduta del meteorite sull'Antartide. La verità su Adam viene tenuta nascosta.

Anni dal 2001 al 2008. Le ricerche condotte portano alla scoperta che Adam era un essere vivente enormemente evoluto: l'uomo vuole anch'esso raggiungere un tale grado di evoluzione, e così viene fondata in segreto la Seele (con a capo Keel Lorenz, fulcro del concetto di evoluzione dell'umanità in un unica entità perfetta), un'organizzazione che dovrà studiare un misterioso progetto, il Progetto per il Perfezionamento dell'Uomo. A capo del progetto viene chiamato un giovane scienziato che ha sorpreso un po' tutti con alcune sue teorie sulla biologia: è il dott. Gendo Ikari, da poco sposato con la collega Yui, che accetta subito l'incarico. Nel frattempo, a causa della scomparsa di molte terre emerse, inizia la costruzione del Geo Front, una città costruita sottoterra, sotto la nuova città di Neo Tokyo-3. Le ricerche portano ad un'altra scoperta: esistono altri esseri, chiamati Angeli, che potrebbero avere tutto l'interesse a cercare anch'essi Adam. Non deve accadere: devono essere gli uomini ad usufruire del potere di Adam e solo loro devono raggiungere la perfezione, perciò viene fondata un'organizzazione militare indipendente, che risponde del suo operato solo alle Nazioni Unite: nasce così la Nerv: il suo scopo è quello di fronteggiare un'eventuale attacco da parte degli Angeli. La Nerv viene posta nel Geo Front mentre la città di Neo Tokyo-3 viene realizzata appositamente per gli scontri bellici: in caso di emergenza gli edifici possono entrare nel sottosuolo ed alcuni palazzi sono in realtà edifici armati di missili ed altro supporto bellico, ed inoltre 22 lastre blindate di difesa inserite nel terreno separano la Nerv dalla superficie. Gendo Ikari viene nominato comandante della Nerv, e sceglie come vice un suo ex professore, Kozo Fuyutsuki, mentre viene arruolata una ragazza che a causa di un forte shock è rimasta chiusa in isolamento per più di un anno senza mai pronunciare una sola parola con nessuno per tutto il tempo (stato di afasia): il suo nome è Misato Katsuragi. Per gestire non solo la Nerv, ma anche Neo Tokyo 3, vengono costruiti i 3 super computer Magi (Magi System), di nome Casper, Balthasar e Melchior: vengono programmati dall'abile Naoko Akagi, la quale confessa alla figlia Ritsuko che: "Ognuno di essi ha qualcosa di me dentro: uno mi rappresenta come scienziata, uno come madre ed uno come donna". La figlia Ritsuko, che era compagna di scuola di Misato, viene invece in seguito nominata direttore del "Progetto E", il progetto che mira alla costruzione di organismi che possano imitare Adam, gli Evangelion. La costruzione del prototipo, chiamato Eva 00, dopo vari tentativi e fallimenti, viene terminata: il risultato è un enorme essere vivente che ha però bisogno di un pilota che lo controlli. E' infatti solo un grosso corpo organico senza un'anima che gli permetta di vivere di vita propria. Inoltre viene azionato da un grosso cavo di alimentazione (chiamato Umbelical Cable, cioè il cordone ombelicale, per simboleggiare il fatto che sia la sua fonte di energia) collegato ad un circuito nel dorso. Il pilota dovrà mettersi in una capsula, chiamata Entry-plug, e per aumentare la sincronizzazione dovrà immergersi in un liquido chiamato LCL (Link Connect Liquid) nel quale è possibile respirare. C'è il problema del pilota, poiché l'Eva può essere pilotato solo da chi ha le curve armoniche del cervello compatibili. Viene anche completato l'Eva 01, modello per i test. L'Eva-01, a differenza di tutti gli altri modelli, viene realizzato sulla base della materia organica di Lilith. La moglie di Gendo, Yui, che ha avuto un figlio di nome Shinji, viene selezionata come pilota dell'Eva 01, ma durante il collaudo accade la tragedia: Yui si sincronizza talmente con l'Eva che la sua "essenza" viene assorbita. Quel che alla fine riusciranno a tirare fuori saranno unicamente frammenti del suo corpo immersi nell'LCL: l'anima di Yui è ormai nell'Eva 01. Intanto nella sede della Nerv in Germania, dove è in costruzione l'Eva 02, una dipendente impazzita a causa di un'altro test di sincronizzazione si suicida sotto gli occhi di sua figlia Asuka. La dipendente è Sohryu Kyoko Zeppelin. Sconvolto dalla perdita della moglie, il dottor Gendo decide di dedicarsi solo alla sua ricerca, e manda il figlio Shinji a vivere dai nonni: da allora i 2 non si incontreranno più e l'unico gesto del padre sarà solo quello di mandare un assegno ogni mese. Nel suo progetto, Gendo vuole fare in modo di ricongiungersi con sua moglie, e per fare questo crea uno "strumento": l'organismo che viene nominato Rei Ayanami (la cui materia genetica è derivante in parte da Yui ed in parte da Lilith, poiché la materia di quest'ultima permette la rigenerazione immediata dei tessuti), di cui realizza una miriade di cloni. Ma i cloni sono come contenitori senza vita, nei quali viene immessa un'anima. Solo uno dei cloni viene, quindi, "fatto vivere" e da allora se ne prende cura come una figlia, mentre gli altri cloni vengono posti in una vasca nella parte più bassa della Nerv, il terminal Dogma, per essere usati come "pezzi di ricambio" per la Rei principale. La prima Rei ha un dialogo con Naoko, la quale resta sconvolta e la uccide strozzandola, quindi si suicida (sfruttata da Gendo, di cui è l'amante, solo per portare a compimento il sistema Magi). Viene così "attivata" una seconda Rei. Ora, si arriva alla scoperta che solo ragazzi/e di 14 anni senza madre (perché non si sa) possono pilotarli, sempre però possedendo le curve armoniche del cervello compatibili. Nasce quindi un istituto di ricerca (in verità alquanto fittizio, dato che coincide con la stessa Nerv) chiamato Marduk, che dovrà cercare in tutto il mondo i quattordicenni in grado di pilotare gli Eva. Dopo la perdita della madre, Ritsuko si tuffa nel lavoro, ed è allora che si innamora del dottor Gendo Ikari, adesso scostante e menefreghista con tutti, meno che con Rei, ma lui pensa solo al suo lavoro e a sfruttare il prossimo per ottenere ciò che vuole. Una nota: "Rei" è il nome che Gendo aveva scelto nel caso in cui, al posto di Shinji, fosse nata una figlia femmina.

Anno 2015. La Nerv è conosciuta da tutti, ma nessuno sa che il suo vero scopo è quello di combattere gli Angeli se dovessero apparire. Gli Eva 00 e 01 sono stati ricoperti con una armatura leggera per limitarne il potere in caso di attivazione (tutti temono un Third Impact nel momento in cui ancora non si è preparati ad esso). Rei Ayanami è stata scelta come pilota dell'unità 00, ma il test è fallito: lo 00 è andato in Berserk causando danni e Rei è rimasta gravemente ferita. ...breve riflessione, come definire il Berserk? Il Berserk avviene nel momento in cui il sistema nervoso dell'Evangelion non è in grado si sincronizzarsi adeguatamente con quello del pilota, entrando in contrasto con esso. Immaginate, quindi, che l'Eva 00 in questo caso soffra atrocemente (infatti si può notare che si mantiene la testa), ricordate sempre che gli Eva NON SONO ROBOT. I Berserk dello 01 sono invece da definire differentemente, in quanto lo 01 non "impazzisce", ma si autocontrolla, in seguito alla presenza sia dell'anima di Yui, sia della sua particolare natura derivante da Lilith. Non si è ancora trovato un pilota compatibile per lo 01 che quindi non si è mai attivato, al punto che è conosciuto con il nome di sistema 09 poiché la possibilità che si attivi è dello 0,000000001%. Misato Katsuragi è ora il capitano operativo della Nerv con il compito di studiare le strategie in caso di attacco: è allegra ed estroversa, nonostante lo shock subito 15 anni prima, ma ogni tanto cade in depressione. Inoltre vive da sola con un pinguino mutante, e beve birra in quantità... Shinji, figlio del comandante della Nerv, ha 14 anni, è molto introverso ed è pieno di complessi, ma fa in modo che i nonni con cui vive non se ne accorgano. La sua vita cambia quando un giorno, dopo un silenzio durato anni, riceve una lettera dal padre contenente un tesserino di riconoscimento, la foto della persona che lo andrà a prendere alla stazione (Misato) ed una semplice scritta che dice: "Vieni". La prima reazione di Shinji non è delle migliori (non la si conosce, ma quando poi consegnerà a Misato la lettera, si vedrà che è stropicciata, strappata in più punti e attaccata con il nastro adesivo), ma poi decide di andare, e così parte sul primo treno diretto a Neo Tokyo-3. Da questo punto in poi seguiamo in maniera molto generica, episodio per episodio quello che succede. Tutti i fatti narrati finora verranno raccontati nella serie sotto forma di flashback.

Tempo presente. Ora viene fornita una breve descrizione riassuntiva dei 26 episodi che compongono il capolavoro Evangelion, lasciando per ultimo il racconto dei due film che chiudono la narrazione.

GLI EPISODI

Episodio: 1 L'attacco dell'Angelo
Episode: 1 Angel attack

Anno 2015. Un'ombra enorme si vede sul mare, attraversa quel che resta degli edifici di 15 anni prima quando i mari ancora erano più in basso, e si dirige verso Neo Tokyo 3... Shinji arriva in città, ma c'è qualcosa di strano: la città è deserta, gli altoparlanti annunciano che è stato improvvisamente dichiarato lo stato di emergenza straordinario e quindi tutti i civili devono raggiungere subito i rifugi, ed inoltre ci sono sulla litoranea file di carri armati con i cannoni puntati verso il mare. Non c'è nessuno alla stazione, ed in più a causa dello stato di emergenza i telefoni non funzionano. A Shinji non resta altro da fare che incamminarsi alla ricerca dei rifugi; ma non ha fatto che pochi passi quando una enorme esplosione scuote l'aria. Con ancora le orecchie tappate per il fracasso, Shinji si volta e vede aerei da combattimento delle Nazioni Unite che indietreggiano per stare al passo con il loro obiettivo, un essere mostruoso di colore verde scuro alto come un grattacielo con una grossa sfera rossa all'altezza dello stomaco: è Sachiel, il terzo Angelo. L'attacco delle Nazioni Unite è totalmente inefficace, e così si decide di utilizzare le Mine N^2(Mine NN=Non Nucleare, stessa potenza di una bomba nucleare ma senza radiazioni): Shinji, trovatosi nel mezzo della battaglia, viene rintracciato da Misato che lo porta via da lì. L'esplosione della mina è terribile, ma Sachiel ne esce tutto intero: tuttavia è fermo, poiché deve rigenerare le parti danneggiate nell'esplosione, tra cui una nuova testa. Shinji viene così portato da Misato alla Nerv, e contemporaneamente suo padre Gendo, comandante della Nerv, riceve i pieni poteri dalle Nazioni Unite per combattere l'Angelo: alla domanda: "Tu credi di poterlo abbattere?" lui risponde solo: "è per questo che esiste la Nerv". Quando poi il suo vice Kozo Fuyutsuki gli chiede cosa intenda fare, lui risponde di voler attivare lo 01, e quando Kozo gli fa notare che non hanno un pilota, lui risponde: "Non è esatto: un pilota di riserva sarà presto qui". Shinji e Misato, persisi nella struttura della Nerv, vengono rintracciati dalla dottoressa Ritsuko Akagi, che li accompagna nel luogo dove c'è lo 01. Quando Shinji lo vede, dice: "è questo il lavoro di mio padre?": la risposta giunge improvvisamente: "Esatto": Gendo si trova su una struttura in alto, ed ordina al figlio di salire sullo 01 per combattere Sachiel. Stupito, deluso ed amareggiato, Shinji rifiuta di obbedire; la risposta di Gendo è immediata: "Sali a bordo oppure vattene subito!". In quel momento l'Angelo riprende l'attacco e anche Misato, conscia della gravità della situazione, chiede a Shinji di provare: "Non devi fuggire, né da tuo padre né da tè stesso!", ma Shinji non ce la fa e Misato capisce che insistere non serve. Gendo non si scompone per nulla, ed ordina che Rei venga svegliata. Quando Fuyutsuki gli chiede: "Non è ferita?" lui risponde: "Non è ancora morta, in fondo..". Quindi Rei viene chiamata, e quando lui le dice: "Il pilota di riserva è inutile: andrai tu" la ragazzina risponde: "Si". Così Rei viene condotta là e Shinji guarda con sgomento la ragazza gravemente ferita che cerca di alzarsi per salire sull'Eva, ma un attacco dell'Angelo provoca una deflagrazione che la fa cadere. inoltre per il contraccolpo si staccano dei lampadari dal soffitto proprio sopra Shinji, che morirebbe schiacciato se non ché con sgomento di tutti i presenti l'Eva 01 rompe gli ancoraggi e protegge Shinji. (Stranamente questa importante scena non c'è nel fumetto, ma sappiamo che il manga è l'interpretazione di Sadamoto e non di Anno). Shinji si rialza e corre a soccorrere Rei, e viste le sue ferite e l'Eva che lo ha protetto, decide di salire a bordo dopo aver detto a sé stesso: "Non devo fuggire!". Entra quindi nell'Entry-Plug che viene inserita nell'Eva, e Maya, l'assistente di Ritsuko, rileva un tasso di sincronia molto elevato tra il pilota e l'Eva. terminati i preparativi, l'Eva viene lanciato in superficie, ed una volta arrivato Shinji guarda con sgomento davanti a sé: Sachiel è davanti a lui, fermo, come se avesse sentito la sua presenza e si fosse messo ad aspettarlo.

Episodio: 2 Soffitti sconosciuti
Episode: 2 The beast

"Shinji: cerca di pensare solamente di camminare" Queste le parole che Ritsuko rivolge a Shinji. Shinji obbedisce, e tra lo stupore generale l'Eva compie un passo in avanti. Ma quando Shinji riprova, qualcosa va storto e l'Eva cade rovinosamente a terra. Quando Shinji si rialza, Sachiel è già sopra di lui: nel suo attacco, l'Eva subisce gravi danni al braccio sinistro e all'occhio destro. Vista la gravità della situazione, Misato ordina la sospensione dell'operazione e l'espulsione forzata dell'Entry Plug, ma l'Eva rifiuta il segnale. Ecco infatti che l'Eva sfonda la sua stessa corazza facciale, lanciando un urlo: è in berserk, uno stato di origine sconosciuta ed imprevedibile, in cui l'Eva praticamente "si controlla da solo", diventando una furia scatenata. Sachiel tenta di difendersi dall'assalto dell'Eva attivando l'A.T. Field, una specie di impenetrabile campo protettivo, ma L'Eva rigenera in un attimo il braccio sinistro e genera un A.T. Field opposto che annulla quello dell'Angelo, e si vendica spezzandogli le braccia. Alla fine, Sachiel fa un gesto disperato: si avvinghia attorno all'Eva e si autodistrugge, ma L'Eva resiste. Tutti, meno Gendo e Fuyutsuki (Quest'ultimo aveva detto: "Abbiamo vinto" quando l'Eva è andato in Berserk) sono sconvolti. Shinji, ripresosi, assiste ad una scena terribile: la corazza facciale dell'Eva cade, e dato che a lato c'è un edificio con i vetri a specchio, vede il vero volto dell'Eva ed assiste alla rigenerazione dell'occhio destro: quando si accorge che l'occhio sta guardando verso di lui, Shinji urla in modo agghiacciante. Il giorno dopo si risveglia in ospedale: Misato e Ritsuko si trovano sul luogo dello scontro, mentre Gendo è in riunione con i rappresentanti della Seele. Nonostante la battaglia sia stata vinta, non sono pienamente soddisfatti, anzi rimproverano Gendo di aver dato lo 01 in mano a suo figlio, e gli ricordano che il suo compito prioritario è occuparsi del Progetto per il perfezionamento dell'uomo. Misato va a prendere Shinji all'ospedale, e lì i due incontrano Gendo, che però non rivolge neanche la parola a Shinji: lui infatti è andato a trovare Rei. Appena Misato viene a sapere che Shinji andrebbe a vivere da solo, decide di ospitarlo in casa sua, assieme al suo coinquilino: Pen Pen, un pinguino mutante! Ma quella sera, Shinji non può fare altro che ripensare alla sua prima battaglia. "Fatti forza!" sono le parole di Misato prima di andare a dormire.

Episodio: 3 Un telefono che non squilla
Episode: 3 A transfer

Sono passate quasi 2 settimane e Shinji è ormai padrone dei comandi dello 01; ma agli allenamenti a cui lo sottopone Ritsuko, risponde ormai in modo meccanico. Misato è intristita dal fatto che, sebbene vada a scuola da 2 settimane, non si è fatto neanche un amico, e Ritsuko le spiega il Dilemma del Porcospino (Hedgehog's Dilemma): il porcospino non riesce ad avvicinarsi ai suoi simili a causa degli aculei. Misato conclude: "è solo questione di trovare la distanza giusta" A scuola intanto, la capoclasse Hikari Horaki chiede notizie di Toji Suzuhara, studente assente da 2 settimane, a Kensuke Aida, appassionato di tutto ciò che è militare e miglior amico di Toji. Kensuke non ha notizie dell'amico, ma ecco che appare lo stesso Toji, che spiega che la sua assenza è stata dovuta al fatto che la sua sorellina è rimasta ferita durante lo scontro avvenuto 2 settimane prima, e dato che i suoi genitori erano impegnati per lavoro, è rimasto lui a farle compagnia in ospedale. Arriva il professore, ma durante la lezione scoppia un putiferio quando salta fuori che il nuovo arrivato, Shinji, è il pilota che ha difeso la città. Tutti lo trattano come un eroe, tutti meno Toji: infatti, una volta fuori dall'aula, Toji stende Shinji con un pugno, dicendo che: "Era il solo modo per calmarmi!". E' Kensuke che spiega a Shinji il motivo dell'aggressione: Toji lo ritiene responsabile del ferimento della sua sorellina. Shinji risponde che non combatte certo per sua scelta, e allora Toji lo omaggia di un altro pugno e se ne va, seguito da Kensuke. Quando Shinji si rialza, Rei(Sono in classe insieme) è vicina a lui, ma non è certo lì per consolarlo: è venuta a chiamarlo perché alla base hanno bisogno di lui. Infatti subito dopo suona l'allarme: è in arrivo Shamshel, il quarto Angelo. Tutti i civili vengono mandati nei rifugi, ma Kensuke vuole assistere alla battaglia e convince Toji ad aiutarlo ad uscire dal rifugio. Alla base il comandante Ikari è assente, e il comando è quindi nelle mani di Misato. L'Eva 01 viene equipaggiato con un fucile, il Pallet Gun, identico a quello usato negli allenamenti, e Ritsuko rassicura Shinji dicendogli che dovrà fare come nelle esercitazioni, e tutto andrà bene. Ma una volta fuori, Shamshel resiste ai colpi del Pallet Gun, e attacca lo 01 con le sue fruste energetiche che distruggono il fucile. Misato ordina a Shinji di prendere il fucile di riserva posto in un finto edificio poco più in là, ma Shinji, ormai abituato al solo "inquadra il bersaglio e spara!" delle esercitazioni, non sa cosa fare e resta incapace di muoversi, riuscendo solo a scappare quando Shamshel riprende l'attacco. Shamshel afferra l'Eva e lo scaraventa su una montagna, e lì Shinji trova i due ragazzi spaventatissimi (C'è mancato poco che venissero schiacciati dalla mano dello 01): Shamshel attacca ancora, e Shinji non può combattere a causa della presenza dei due. Allora Misato, nonostante l'opposizione di Ritsuko, ordina a Shinji di far entrare i due ragazzi nell'Entry Plug e poi di ritirarsi, per riprendere il combattimento più tardi. C'è anche un altro motivo: Shamshel ha tagliato l'Umbilical Cable dello 01, che ha solo 5 minuti di autonomia senza. Ma, una volta fatti entrare i due nell'Entry Plug, Shinji, alienato ormai dalle esercitazioni, rifiuta di ritirarsi, e si scaglia contro l'Angelo brandendo il Progressive Knife, uno speciale coltello che distrugge a livello molecolare, e colpisce la grande sfera rossa, considerata il nucleo degli Angeli, sconfiggendolo quando mancavano pochi secondi alla fine dell'autonomia dello 01.

Episodio: 4 Fuga sotto la pioggia
Episode: 4 Hedgehog's dilemma

Non sentendosi più in grado di reggere il peso delle battaglie, Shinji scappa di casa, e dopo aver vagabondato per un giorno intero finisce in una campagna dove incontra Kensuke. Ma la loro convivenza dura solo una notte: alla mattina gli agenti della Nerv lo ritrovano e lo riconducono alla base. Shinji è rassegnato ad una nuova sgridata (Era stato già rimproverato da Misato per aver disubbidito all'ordine di ritirarsi durante lo scontro con Shamshel), ma Misato gli chiede solo come si sente e se ha riflettuto: se non vuole più pilotare l'Eva, è libero di tornare a casa. Shinji decide di andarsene, ma Gendo non si scompone affatto: "Riconfigurate i sistemi dello 01 per Rei" è la sua sola risposta. Shinji vorrebbe almeno salutare Misato, ma gli uomini della Nerv non glielo permettono e lo conducono alla stazione, dove sta per arrivare un convoglio speciale solo per lui. Alla stazione, Shinji incontra Kensuke e Toji, e quest'ultimo gli chiede scusa per averlo picchiato, e gli chiede di restituirgli i pugni. Shinji non vuole, ma alla fine si accordano per un pugno soltanto, che Toji riceve in pieno volto. E' il momento di prendere il treno, ma di fronte ad esso Shinji sente dentro di sé le parole di Misato "Fatti forza!" e non lo prende. Quando il treno se n'è andato, Shinji vede davanti a sé Misato, che era giunta per salutarlo prima di partire, e dice: "Be' ...eccomi a casa!", e Misato risponde: "Bentornato!"

Episodio: 5 Rei, al di là del suo cuore
Episode: 5 Rei I

La Nerv sta esaminando quello che resta del Quarto Angelo, ma tutto quello che riescono a scoprire è che il DNA degli Angeli, per quanto composto da elementi sconosciuti, ha una disposizione compatibile al 99.89% con il DNA umano. Durante gli studi, Shinji ha l'occasione di vedere suo padre senza guanti, e scopre che ha le palme delle mani ustionate. Ritsuko gli racconta che ciò è dovuto al fallimento dell'attivazione dell'unità 00: il comandante era corso a soccorrere Rei, e si era ustionato per aprire lo sportello dell'Entry Plug. Shinji è sconcertato: suo padre è freddo con tutti, come può essere così premuroso nei confronti di una ragazzina? Shinji è incuriosito da Rei, ma lei è sempre in disparte, e non ha amici. L'unica persona con cui parla, è proprio il comandante Ikari. Intanto, si decide di tentare nuovamente l'attivazione dello 00: Shinji va a casa di Rei per portarle il suo nuovo tesserino, e dato che nessuno risponde alla porta (Che è aperta) entra da solo: su una scrivania vede un paio di occhiali, e prova ad infilarli. Ma una volta messi, si accorge di non essere solo: Rei, appena uscita dalla doccia, ha visto che ha indossato gli occhiali e si fa avanti per toglierglieli (Infatti quegli occhiali appartenevano a Gendo: li portava il giorno in cui fallì l'esperimento di attivazione, e si ruppero quando lui corse da Rei. Per questo Rei li conserva gelosamente). Shinji perde l'equilibrio e cade addosso a Rei: nonostante l'imbarazzante posizione, Rei non fa una piega, si rialza, si veste, e va alla base, seguita da Shinji, che le chiede se non abbia paura di salire ancora a bordo dello 00. A quel punto Rei gli chiede perché non ha fiducia nel lavoro del padre, e quando Shinji palesa il suo disprezzo per Gendo, lei risponde dandogli uno schiaffo. L'attivazione dello 00 stavolta riesce, ma una telefonata mette tutti in allarme: un oggetto volante si sta avvicinando a Neo Tokyo 3. E' Ramiel, il quinto Angelo. Gendo ordina l'attivazione dello 01, ma quando l'Eva sale in superficie, l'Angelo mostra la sua potenza colpendolo con un fascio di particelle accelerate.

Episodio: 6 Battaglia decisiva a Neo Tokio - 3
Episode: 6 Rei II

Lo 01 viene mandato a riparare, e Shinji viene portato in infermeria. Intanto Ramiel si posiziona sopra la verticale della Nerv e produce uno Shield, una gigantesca trivella con la quale inizia a perforare il sottosuolo per raggiungere la base sotterranea. Grazie al suo cannone a particelle e ad un A.T. Field davvero potente, appare come una vera e propria fortezza volante invincibile. Secondo i calcoli, arriverà al Geo Front poco dopo la mezzanotte, quindi Misato elabora l'unico piano attuabile in così poco tempo: colpire l'Angelo a distanza, usando il potentissimo fucile a positroni. Per dare al fucile tutta la potenza necessaria per perforare l'A.T. Field, viene annunciato un black-out: tutte le centrali energetiche del Giappone infatti, allo scoccare della mezzanotte, verranno collegate al fucile. Shinji, ormai fuori pericolo, viene informato da Rei della situazione. Forse sperando di ricevere almeno un qualche incoraggiamento, Shinji dice di non voler più salire sull'Eva dopo una simile esperienza, ma Rei risponde solo che se non lo vuol fare, lo farà lei, e così Shinji sale di nuovo sullo 01. Al momento prestabilito, Shinji fa fuoco con il fucile a positroni sull'obbiettivo, ma anche l'Angelo spara e i due raggi si incrociano deviando dalle rispettive traiettorie, mancando i bersagli. Occorre ricaricare, ma Ramiel è più veloce e spara per primo. Lo 01 verrebbe colpito, ma Rei con lo 00 si para davanti con lo scudo che le avevano dato. Shinji può così colpire ed abbattere l'Angelo, ma lo 00, gravemente danneggiato, cade al suolo. Shinji si precipita da Rei, e scoppia a piangere per la gioia quando la trova ancora viva. Rei si scusa, dato che non sa che atteggiamento assumere in tali circostanze, e Shinji le suggerisce di provare a sorridere: a quelle parole, Rei ricorda il sorriso di Gendo, e sorride a Shinji.

Episodio: 7 Un'opera dell'uomo
Episode: 7 A human work

In Giappone c'è un giorno in cui i genitori discutono con gli insegnanti l'orientamento scolastico dei figli. Dato che chiedere a Gendo di partecipare sarebbe solo uno spreco di tempo e fiato, Misato si offre di accompagnare Shinji: il ragazzo è un po' imbarazzato, ma il fascino del capitano della Nerv conquista tutti. Intanto la Nerv affronta un grosso problema: una ditta sta per presentare un robot che, a detta dei responsabili, è in grado di eguagliare gli Eva in quanto a forza. Se l'esperimento di attivazione dovesse riuscire, la Nerv perderebbe i fondi governativi, dato che il governo non vede l'ora di sostituire gli Eva con qualcosa di più sicuro, vista la loro instabilità. Mentre Gendo discute una certa faccenda con un misterioso personaggio, Misato va alla presentazione del robot, chiamato Jet Alone. Ma durante l'attivazione il robot va fuori controllo e si mette a camminare verso la città, ed il suo motore inizia a surriscaldarsi...se dovesse esplodere sarebbe una strage. L'unica cosa da fare è salire a bordo ed immettere nel computer la parola chiave per fermarlo. Aiutata da Shinji con lo 01, Misato sale a bordo del Jet Alone, ma la parola chiave sembra non funzionare. All'ultimo secondo però tutto si ferma, e Misato capisce che è stato un sabotaggio, con ogni probabilità della stessa Nerv.

Episodio: 8 L'arrivo di Asuka in Giappone
Episode: 8 Asuka strikes

Shinji, Misato, Toji e Kensuke, raggiungono una flotta navale che si sta dirigendo in Giappone: questa flotta sta scortando una nave cargo che contiene l'Eva 02. Su una nave, incontrano il pilota, anzi LA pilota: una ragazza di origine mezza americana, un quarto tedesca, un quarto giapponese, vissuta in Germania, di nome Asuka Soryu Langley, che dimostra subito il suo bel caratterino dando un sonoro ceffone ai tre ragazzi dato che una folata di vento aveva sollevato la sua gonna davanti a loro. Dopo il suicidio della madre, Asuka si era dedicata solo agli studi, cosa che l'aveva già portata a laurearsi in Fisica. Sulla nave c'è anche un altra persona: Ryoji Kaji, ex fidanzato di Misato, che ha l'ordine di accompagnare Asuka in Giappone. Misato lo detesta, mentre Asuka ne è innamorata. Ma ecco che appare Gaghiel, sesto Angelo, che attacca la flotta. Lo 02 viene attivato, e Shinji, che ha l'incarico di seguire Asuka, è costretto ad indossare la plug suit di ricambio di Asuka, che è un modello femminile...per amore o per forza i due riescono a far in modo che Gaghiel sia sconfitto, ma c'è un dubbio: perché sono stati attaccati? C'entra forse il fatto che Ryoji ha con sé una valigetta da consegnare a Gendo, il cui contenuto è quanto si è rigenerato finora di Adam?

Episodio: 9 L'istante, i pensieri, l'armonia
Episode: 9 Both of You, Dance Like You Want to Win!

Israfel, settimo Angelo, viene attaccato da Asuka: l'Angelo si divide in due parti che riescono a rigenerarsi con rapidità dopo ogni attacco, e riesce a mettere fuori uso gli Eva 01 e 02. Viene fermato temporaneamente con l'uso delle mine NN, mentre alla Nerv si studia il modo per sconfiggerlo prima che possa riprendere l'attacco, mentre Fuyutsuki è infuriato per la sconfitta subita. Nei giorni successivi, Shinji e Asuka (Anche Asuka era stata inserita nella classe di Shinji) non si presentano più a scuola, e quando Hikaru, Toji e Kensuke (Che facevano fortuna vendendo foto di Asuka) vanno a trovarli, scoprono che stanno insieme! Infatti la strategia è questa: le due parti di Israfel agiscono in perfetta simmetria, e solo colpendole nello stesso identico punto nello stesso identico momento, lo si può danneggiare. Shinji ed Asuka devono quindi sincronizzare i loro movimenti, e per farlo studiano una particolare danza "d'attacco" con musica in sottofondo. Alla fine l'attacco riesce, ma Shinji ed Asuka si rimettono a litigare, al ché Fuyutsuki commenta: "Ci stanno umiliando di nuovo".

Episodio: 10 Immersione nel magma
Episode: 10 Magmadiver

Se gli Angeli erano sulla Terra già da parecchio tempo, come mai nessuno li aveva mai visti? Dov'erano? Forse una risposta indiretta viene da questo episodio. In un vulcano poco lontano viene rilevata la struttura d'onda blu, tipica degli Angeli: studi approfonditi portano a scoprire la presenza, all'interno del vulcano, della crisalide di Sandalphon, l'ottavo Angelo. Catturare un Angelo vivo è una occasione irripetibile per Gendo, e così lo 02 di Asuka viene rinchiuso in una tuta resistente alla lava. Vedendo il modo in cui hanno conciato il suo 02, Asuka si rifiuta di uscire in missione, ma di fronte alla prospettiva di cedere a qualcun altro il controllo del SUO 02, si convince e penetra nel vulcano. Riesce a catturare Sandalphon, ma qualcosa va storto e l'Angelo esce dalla crisalide, per cui non resta che eliminarlo con l'aiuto di Shinji.

Episodio: 11 Nell'oscurità immobile
Episode: 11 The Day Tokio-3 Stood Still

Misato incontra Ryoji in ascensore: se già la cosa non le va, figuratevi quando l'ascensore si blocca! Un misterioso black out ha infatti paralizzato la Nerv e tutta Neo Tokyo 3. Misterioso, perché Ritsuko trova assurdo che tutti i generatori di energia si siano guastati. Rimasti chiusi fuori, Shinji, Asuka e Rei tentano di entrare per "altre vie". Intanto le forze di difesa avvistano Matarael, il nono Angelo, che punta verso la città. Dato che la Nerv non risponde alle chiamate, e dato che ormai hanno capito che contro gli Angeli c'è ben poco da fare, l'esercito non muove un dito, limitandosi a mandare un aereo ad avvertire la cittadinanza dell'arrivo dell'Angelo via megafono. Makoto, assistente di Misato, ascolta il messaggio e riesce a trovare un veicolo a motore e ad entrare nella Nerv, annunciando l'arrivo di Matarael. Anche i tre piloti sono riusciti ad entrare, e così, inserendo con funi e "oooh-issa!" gli Entry Plug negli Eva, vengono mandati a combattere l'Angelo, aprendo a fucilate le saracinesche che portano in superficie e cercando di colpire l'Angelo nello stesso modo. Matarael viene sconfitto, ma chi ha sabotato la Nerv?

Episodio: 12 Il valore di un miracolo
Episode: 12 She said, "Don't make others suffer for your personal hatred"

Il comandante Ikari ed il vice comandante Fuyutsuki sono in giro per il mondo a cercare un qualcosa che si chiama "Lancea Longini" (Lancia di Longinus) e tocca a Misato "reggere la baracca". Nulla di male se non fosse per Sahaquiel, il decimo Angelo. Quest'Angelo è strano: usa il proprio corpo come un'arma per colpire a grande distanza, e per grande distanza intendo il fatto che Sahaquiel sta in orbita attorno alla terra. Si decide per l'evacuazione della città ma Misato, approfittando del fatto che l'Angelo sta scendendo, decide di usare in contemporanea tutte e 3 le unità Evangelion per tentare un attacco complicato. Ritsuko è molto preoccupata, e chiede rassicurazioni a Misato poiché ritiene che ella lo faccia per vendetta, poiché ha sempre ritenuto gli Angeli responsabili della morte del padre (infatti in questo episodio c'è un flashback che illustra il Second Impact), nonostante i 2 non si volessero granché bene. Ma la strategia funziona, e addirittura Misato riceve i complimenti via radio dal comandante, e tutti si stupiscono quando quest'ultimo si congratula anche con Shinji. "Forse è per sentire queste parole che piloto l'Eva" commenta Shinji contento.

Episodio: 13 L'invasione dell'Angelo
Episode: 13 Lilliputian hitcher

Qualcuno potrebbe chiedersi come mai gli Angeli hanno forme e poteri così strani pur avendo un DNA che ricorda quello umano: forse una risposta indiretta viene da questo episodio. Nella nuova esercitazione, Ritsuko ordina ai 3 piloti di entrare nell'Entry-Plug completamente nudi, per sperimentare il loro tasso di sincronia senza alcuna interfaccia, a parte i soliti connettitori neurali che portano a mo' di fermacapelli in testa (E Asuka è così fanatica da usare i suoi connettitori davvero come fermacapelli tutti i giorni...). Asuka bofonchia un po', ma alla fine si convince. Una volta partito l'esperimento qualcosa non va: i super computer rilevano la struttura d'onda blu, segno che è arrivato Irouel, l'11° Angelo; ma la natura del segnale non è esterna ma interna: è come se fosse dentro la Nerv! Ed infatti l'Angelo altro non è che una specie di virus informatico che si inserisce in uno dei computer Magi prendendone il controllo. A questo punto Ritsuko sfodera tutta la sua abilità di programmatrice per combattere l'invasore, ed è allora che si accorgono del fatto che gli Angeli sono molto portati all'evoluzione: si automodificano in base al luogo dove si sviluppano, ed infatti Irouel diventa un virus a tutti gli effetti conquistando 2 dei 3 computer: se conquista anche il terzo non sarà possibile riuscire a salvarsi, poiché Irouel ha attivato l'autodistruzione della Nerv! Ma Ritsuko, con freddezza e lucidità, riprogramma il tutto affinché sia Irouel ad autodistruggersi, il tutto mentre nell'Entry-Plug Asuka continua a sbraitare: "Allora, c'è qualcuno? Fatemi uscire da qui! Anzi no, portatemi prima qualcosa da mettere altrimenti da qui non esco!".

Episodio: 14 Seele, il trono dell'anima
Episode: 14 Weaving a story

Nella prima parte si fa un riassunto di quanto accaduto finora, mentre nella seconda parte Ritsuko prova la sincronia di Rei con lo 01 e di Shinji con lo 00 (Ridipinto di bianco e blu, prima era giallo e arancio). Ma lo 00 impazzisce...

Episodio: 15 Bugie e silenzi
Episode: 15 Those women longed for the touch of others' lips, and thus invited their kisses

Ritsuko, Misato e Ryoji escono insieme, mentre Shinji va con il padre Gendo a far visita alla tomba della madre: Shinji rimane molto colpito, poiché sulla tomba i 2 per la prima volta dialogano davvero come padre e figlio. Asuka è gelosa del fatto che Ryoji sia uscito con Misato, e chiede, forse per ripicca, un bacio a Shinji, che alla fine glielo dà. Quando poi le chiede perché sia così giù, lei risponde: "Perché ho baciato uno stupido come te!" Il giorno dopo, Ryoji scende di nascosto nel Terminal Dogma, ma Misato lo insegue: i due scoprono cosa si nasconde: un enorme essere bianco con sette occhi, senza gambe, crocifisso e con la Lancia di Longinus conficcata nel petto. Da questo essere viene estratto l'LCL. "E' Adam.." dice Kaji.

Episodio: 16 Malattia mortale, e poi...
Episode: 16 Splitting of the Breast

Durante i test, visti i risultati ed il tasso di sincronia, Misato avverte Shinji che lui risulta il numero uno tra i piloti. A Rei non importa, mentre Asuka si rode dalla rabbia. Inorgoglito dalle parole di Misato, Shinji è il primo a scendere in campo quando appare Leliel, il 12° Angelo, una specie di sfera striata. Contravvenendo agli ordini di Misato (che va su tutte le furie), Shinji si lancia all'attacco, ma l'Angelo lo imprigiona nel "Mare di Dyrac", il mare dei numeri irreali, così chiamato dal nome del suo scopritore, il matematico Dyrac, una specie di dimensione parallela, onirica. Il tempo passa, ed alla Nerv non sanno che fare, poiché presto terminerà l'autonomia dell'Eva, e con essa anche le condizioni affinché il pilota resti in vita nell'Entry-Plug. Shinji, ormai prossimo alla morte, vive strane esperienze (anticipate un po' nel manga sin dalla prima battaglia con Sachiel) dove incontra anche un altro sé stesso, ma alla fine l'Eva 01 va in Berserk frantumando l'Angelo. Shinji viene portato al pronto soccorso, Asuka è scioccata da quanto ha visto ed anche Ritsuko è piuttosto preoccupata: il modo in cui l'Eva 01 in Berserk ha distrutto l'Angelo l'ha sconcertata, e domanda al comandante Ikari se gli Eva sono davvero dalla loro parte. Ikari risponde che, almeno per ora, è così, e Ritsuko commenta: "Se i ragazzi conoscessero la verità sull'Eva, non ce lo perdonerebbero mai".

Episodio: 17 Il quarto soggetto qualificato
Episode: 17 Fourth Children

Una notizia sconvolge la Nerv: la filiale dove era in fase di costruzione l'Eva 04, che avrebbe montato nuovamente gli organi S^2, è completamente scomparsa nel nulla. A causa di questo il governo ha deciso di accelerare i tempi, per cui al più presto manderà alla Nerv l'unità Eva 03. Ma manca ancora il pilota... A scuola manca Ayanami, per cui la capoclasse chiede a Shinji e a Toji di portarle i compiti. Dopo averlo fatto i 2 se ne vanno stupiti, poiché Rei li ha ringraziati. Ripensandoci, anche Rei si stupisce di aver detto grazie. In verità anche Kensuke è assente da scuola: ha solo lasciato un messaggio dove avverte che è andato al porto, poiché è in arrivo una nave molto grande dal contenuto misterioso. Il giorno dopo, durante le lezioni, Toji viene convocato in presidenza, ed entrando ci trova Ritsuko che gli deve parlare. Quando torna in classe, e tutti gli chiedono cosa sia successo, lui risponde solo: "No...no, niente..".

Episodio: 18 Selezione di vita
Episode: 18 Ambivalence

Probabilmente è l'episodio più violento di tutta la serie in riferimento alla battaglia tra i due Eva (segue in violenza lo scontro nell'episodio 19), definito "un bagno di sangue", quando venne trasmesso la prima volta in Giappone, la rete televisiva ricevette migliaia di telefonate di protesta al riguardo. Secondo la mia opinione, dal punto di vista tecnico, lo scontro tra i due "giganti" è una vera opera d'arte in disegni e animazioni e la violenza dello scontro è un aspetto da apprezzare nell'andamento crudo che sta prendendo la storia, svelando tutti i misteri della Nerv, della Seele e dei personaggi. E' il momento di collaudare l'Eva 03, ma nessuno ha ancora fatto in tempo a dire a Shinji chi è il pilota. Kensuke avrebbe voluto essere lui, e al riguardo spedisce anche un fax a Misato. Ma durante il collaudo i computer Magi rilevano la presenza del 13° Angelo, Bardiel, solo che il segnale proviene dall'interno dell'Eva 03, infatti Bardiel, una specie di massa informe a volte solida e a volte liquida, si impossessa dello 03 causandone anche una certa mutazione nei tessuti organici, ed imprigiona l'Entry-Plug in modo che non si possa espellere. Quando lo 00 viene mandato contro di lui, Bardiel tenta di assorbire anch'esso. Shinji interviene con lo 01, ma non vuole reagire alla violenza dello 03/Bardiel per non mettere in pericolo la vita del pilota. Allora Gendo ordina che il comando del pilota sia disattivato, sfruttando il comando tramite Dummy Plug , e così avviene. Lo 01 si scatena. Dopo un tremendo scontro Bardiel viene sconfitto ed il pilota viene recuperato, mutilato (ha perso il braccio sinistro) ma vivo, e solo allora Shinji scopre chi è: Toji.

Episodio: 19 Battaglia da uomo
Episode: 19 Introjection

Toji è all'ospedale, e la capoclasse lo va a trovare. Ma ben presto non si saprà più niente di lui. Shinji è infuriato con suo padre per quello che ha fatto, ma Gendo dimostra solo freddezza, al ché Shinji decide di andarsene via dalla Nerv. Così va verso l'uscita, ma ecco che l'allarme annuncia l'arrivo di Zeruel, il 14° Angelo. Zeruel ha una potenza incredibile, ed in poco tempo riesce a penetrare nel Geo Front. Lo 00 e lo 02 vengono inviati contro di lui, ma quasi subito vengono ridotti all'impotenza. Lo 00 tenta persino di andargli addosso con in mano una mina NN, ma fallisce. L'unica speranza è lo 01, ma tutti i tentativi di attivazione usando il Dummy Plug falliscono: non si sincronizza in alcun modo, come se si rifiutasse. Shinji, in tutto il caos, incontra Ryoji che sta innaffiando il suo orticello: quando gli chiede perché lo stia facendo in un momento così critico, Ryoji gli risponde: "Ognuno fa quello che è suo dovere fare". A queste parole, Shinji torna dal padre e, quando lui gli chiede: "Non te ne eri andato?", gli risponde: " sono IO il pilota dello 01!". Così Shinji torna a bordo, ma l'attacco di Zeruel causa il non funzionamento dell'Umbelical Cable, e senza energia l'Eva non si muove. Shinji non può lasciare che finisca così, sente che qualcosa si può fare e concentrandosi ripete più volte all'Eva di muoversi, finché avviene l'incredibile: gli indicatori vanno fuori scala: Shinji ha raggiunto un tasso di sincronia pari al 400%, l'Evangelion si riattiva, privo di Umbelical Cable. L'Eva 01 ricostruisce il braccio asportatogli dall'Angelo (utilizzando la materia dell'Angelo stesso) e si getta contro Zeruel, che farà una bruttissima fine, divorato dallo 01. Sarà tramite questo "pasto" che l'Eva-01 si doterà degli organi S^2 e quindi di un sistema di alimentazione indipendente. La battaglia è stata vinta, ma cosa ne è stato di Shinji?

Episodio: 20 Forma dell'animo, forma dell'uomo
Episode: 20 Weaving a story 2: Oral Stage

A partire da questo episodio la qualità tecnica comincia a peggiorare: il tempo stringe ed i soldi scarseggiano (la serie è stata finanziata da una emittente che non copre tutto il paese, e gli sponsor come la Bandai non sono fiduciosi, anche perché la messa in onda non riscuote granché: in seguito diventerà la serie di maggior successo degli anni 90, ma accadrà a storia conclusa...) E quindi scene riciclate e voci fuoricampo su fondali fissi, comunque presenti anche nelle puntate precedenti, aumentano, ed anche le animazioni perdono di qualità, fino ad arrivare a quello che succederà nelle ultime due puntate. Inoltre si cominciano a scoprire pian piano i segreti della Nerv, a volte in modo anche cruento. Comunque, nella successiva pubblicazione in Laser Disc, molte scene e nuove animazioni sono state aggiunte a questi episodi. Alla Nerv sono al lavoro sullo 01 per cercare di tirare fuori Shinji. Da cosa? Shinji è stato assorbito dall'Evangelion durante la battaglia dello scorso episodio, nella stessa maniera in cui scomparve sua madre. Misato vuole sapere da Ritsuko la verità sugli Eva, ma la scienziata le risponde solo: "Sai già tutto quello che so". In seguito riusciranno a "far rinascere" Shinji e la vita riprenderà, ma come dimenticare quello che è successo?

Episodio: 21 Nerv, la nascita
Episode: 21 He was aware that he was still a child

E' allarme alla Nerv: il vice comandante Kozo Fuyutsuki è scomparso. In realtà è stato rapito dalla Seele che non crede più alla fedeltà di Gendo e perciò pone Fuyutsuki sotto interrogatorio. Durante l'interrogatorio Fuyutsuki vivrà molti flashback che racconteranno la storia di Gendo e della Nerv. Ma in seguito Fuyutsuki scappa, e la Seele ordina la caccia al traditore che lo ha aiutato a fuggire. E' stato Ryoji, subito dopo aver confessato a Fuyutsuki che lui era stato ingaggiato dalla Seele come spia. Sulla segreteria telefonica di Misato appare un messaggio di Ryoji che le chiede scusa e la prega di aver cura del suo orticello. E' il suo ultimo messaggio: la Seele non perdona i traditori.

Episodio: 22 Almeno, essere umano
Episode: 22 Don't Be

Il tasso di sincronia di Asuka peggiora di giorno in giorno, e Ritsuko si consulta con Misato a proposito di trovare un sostituto. Asuka reagisce male, ed ha uno scontro con Rei: Asuka (Sarcastica) "Cosa importa? tanto abbiamo l'invincibile Shinji che ci protegge!" Rei: "Devi cercare di capire l'Eva" Asuka: "Che vorresti dire: che l'Eva ha una sua volontà, che non è una bambola come te?" Rei: "Io non sono una bambola" Asuka: "Si, lo sei! Non fai forse tutto quello che ti dice il comandante? Se te lo ordinasse ti suicideresti!" Rei: "Si, lo farei" Asuka: "Hai visto, stupida bambola che non sei altro? Per questo ti odio, così come odio tutti gli altri!". Quindi, una volta salita sull'Eva, dice: "Tu sei la mia bambola, fa' quello che ti dico e non rifiutarti!". (Asuka odia le bambole perché, quando sua madre impazzì, iniziò a prendersi cura di una bambola pensando che fosse la figlia). Ma ecco che i computer Magi rilevano l'arrivo di Arael, 15° angelo, per cui lo 02 viene subito lanciato: Asuka sa che se fallisce sarà rimpiazzata. Ma Arael si mantiene a distanza, e colpisce lo 02 con l'A.T. Field: non lo usa come una specie di raggio laser, ma come qualcosa di peggio. Ben presto nella mente di Asuka emergono prepotentemente tutti i ricordi che lei voleva dimenticare, per cui si rende conto con sgomento che l'Angelo si sta impossessando della sua mente e lei non riesce ad opporsi. Shinji vorrebbe andare in suo aiuto, ma gli viene impedito poiché l'Angelo potrebbe tentare lo stesso con lui. Probabilmente Asuka verrebbe lasciata così, se non fosse che per Gendo è prioritario su tutto abbattere gli Angeli. Perciò lo stesso Fuyutsuki resta sconcertato quando Gendo ordina a Rei di scendere nel terminal Dogma e di prendere la Lancia di Longinus conficcata nel corpo di Adam, in realtà Lilith, per "tenerlo buono". Estratta, viene usata dallo 00 per abbattere Arael, ma Asuka ha ormai rivissuto le sue terribili esperienze passate.

Episodio: 23 Lacrime
Episode: 23 Rei III

La Seele è molto contrariata: nella battaglia con Arael è andata perduta la Lancia di Longinus che sarebbe servita per il Third Impact, ma Gendo sembra non preoccuparsene. Ritsuko propone a Rei di pilotare lo 01 e a Shinji lo 00, ma quest'ultimo fallisce poiché strane visioni colpiscono Shinji. Allora fa la sua comparsa il 16° Angelo, Armisael, che va verso lo 00 nel tentativo di compenetrare la mente di Rei come Arael aveva fatto con Asuka. Vista la situazione, Asuka viene inviata per soccorrere rei, ma il suo tasso di sincronia è ormai crollato e lo 02 "non si mette in moto". Ma quando l'Angelo tenta di assorbire anche lo 01, Rei, per salvare Shinji, si autodistrugge assieme all'Angelo. Shinji e Misato sono disperati per la sua scomparsa, quand'ecco che la ritrovano nella base viva e vegeta: seguendo Ritsuko scopriranno la vasca sotterranea dove sono conservati i corpi clonati di Rei dove prendere "i pezzi di ricambio", vasca che Ritsuko farà saltare in aria provocando le ire di Gendo. intanto la Seele è soddisfatta: secondo gli scritti antichi è rimasto in circolazione solo un altro Angelo, il 17°, Tabris.

Episodio: 24 L'ultimo messaggero sacrificale
Episode: 24 The Beginning and the End or "Knockin' on Heaven's Door"

Questo episodio è stato realizzato quasi interamente dal solo Masayuki, assistente alla regia ed animatore della sigla finale. I servizi della Nerv ritrovano Asuka, che era scappata, in cattive condizioni. E' chiaro che bisogna trovare un nuovo pilota per lo 02, ed è la Seele stessa a mandarlo: è un bel ragazzo di 14 anni di nome Kaworu Nagisa, che si sincronizza alla perfezione con lo 02. Shinji e Kaworu diventano ben presto amici, ma la cosa più incredibile è che ben presto Kaworu dice a Shinji di amarlo (ma in un'accezione molto particolare, da non fraintendere). Misato, insospettita, ruba i documenti di Ritsuko su Kaworu e li esamina. intanto Kaworu incontra Rei e le dice che loro due sono "uguali", cosa che farà riflettere. Misato scopre che Kaworu ha l'incredibile capacità di modificare il suo tasso di sincronia, ed è allora che appare Ritsuko, infuriata per il furto dei documenti, ma Misato la zittisce esigendo spiegazioni, e allora Ritsuko le dice: "Credo che Kaworu sia l'ultimo messaggero" (nella serie per indicare gli Angeli non si usava il termine "Tenshi" ma "Shito" che intende "Angelo" nel senso di "Messaggero"). Ecco infatti che Kaworu inizia a volare, e riesce a far venire a sé lo 02 pilotandolo dall'esterno: si dirige al terminal Dogma. Shinji viene inviato con lo 01 a fermarlo, e si scontra con lo 02. Kaworu giunge da Adam, ma vedendolo capisce che ha fallito: l'essere crocifisso con sette occhi non è Adam, ma è Lilith, la generatrice di Adam (vedi nota a fine paragrafo). Shinji raggiunge Kaworu ed i due hanno una discussione, ed è allora che Kaworu rivela a Shinji cosa sia in realtà l'A.T. Field. Alla fine Kaworu chiede a Shinji di eliminarlo, altrimenti sarà la fine del genere umano. Alla fine Shinji ubbidisce, e la morte dell'amico-nemico lo fa cadere ancora di più in depressione mentre alla Seele sono soddisfatti per la sconfitta totale degli Angeli. Alla fine di questo episodio devo aggiungere una nota personale nei riguardi del dibattuto argomento Lilith-Adam, chi genera cosa, chi generatrice, chi generato, nell'ambito della cabalistica di Evangelion, leggermente alterata rispeto a quella biblica ufficiale. La mia opinione, ampiamente condivisa, è questa:
-Lilith è la fonte di vita
-Adam deriva da Lilith
-Gli Angeli (intesi come i nemici che la Nerv combatte) derivano da Adam (quindi anche Adam diventa fonte di vita)
-Gli uomini derivano da Lilith
-Angeli e uomini derivano da una stessa fonte primaria, ma hanno seguito uno sviluppo differente (questo proverebbe la presenza di un DNA pressoché identico)
-Quindi, gli uomini si possono definire come una differente forma di "angelo"

Episodio: 25 Un mondo che finisce
Episode: 25 Do you love me?

Questo episodio, così come il successivo, provoca quasi uno scandalo: animazioni (poche) prese da puntate già trasmesse, fotogrammi fissi, immagini schizzate, scritte, addirittura fotografie della sceneggiatura: tecnicamente si è toccato il fondo, mentre la storia a questo punta diventa roba da psichiatri. I personaggi cominciano un viaggio dentro sé stessi per capire cosa manchi loro per essere degli esseri umani davvero realizzati.

Episodio: 26 La bestia che grido "Amore" nel cuore del mondo
Episode: 26 Take care of yourself

Questo episodio più di tutti gli altri è aperto a interpretazioni personali. Sebbene contrasti con tutto ciò che conta nella serie, è possibile anche pensare che Shinji decida di vivere per sempre nella realtà artificiale che si è costruito. Oppure che ciò che vive lo convince del fatto di voler essere se stesso, di voler vivere la vita come gli viene, e di volersi sforzare di avvicinarsi "alla giusta distanza" agli altri e di non voler vivere separato da tutti ma neanche fuso e indistinto. La via interpretativa generica è quella che segue: L'episodio finale, incentrato pressoché esclusivamente su Shinji. Shinji, aiutato da visioni di tutti gli altri personaggi che gli parlano, capisce che gli altri non lo odiano, e vive persino un'esperienza onirica in un mondo parallelo dove una mattina viene svegliato da Asuka che è venuta a prenderlo per andare a scuola: sua madre Yui gli dice: "Dovresti ritenerti fortunato ad avere un'amica come Asuka che ti viene a chiamare; e tu vuoi sbrigarti o no, che siamo in ritardo?". Queste ultime parole sono rivolte al marito, il dott. Gendo Ikari che risponde: "Un attimo tesoro: finisco il giornale e vengo..". Arrivati a scuola vengono incrociati da una esuberante ragazza con il fiatone poiché ha fatto una corsa, che domanda loro se la campanella ha già suonato. intervengono Toji e Kensuke che dicono di andare subito a posto poiché la professoressa Misato sta arrivando. Una volta in classe, la professoressa invita tutti a presentarsi e così l'esuberante ragazza di prima, allegra ed estroversa, si alza per prima presentandosi a tutti: si chiama Rei Ayanami... Spinto da ciò, Shinji promette che da ora in poi guarderà diversamente sia la vita che gli altri, andando incontro al futuro con fiducia e serenità. Da ragazzo timido e pieno di complessi diventa finalmente una persona in grado di affrontare la vita (o almeno ha compiuto il passo decisivo nel poterlo fare), che riceve così i complimenti di tutti: "Congratulazioni!". Fine dell'episodio, e con esso della serie.

Avrebbe dovuto finire così, ma non finì così...

GLI EPISODI CINEMATOGRAFICI

Il finale di Eva non aveva soddisfatto nessuno, i fan si aspettavano chissà quali rivelazioni (e magari anche un bel combattimento finale) ed invece si era interrotta così, lasciando tutto in sospeso. Inoltre Hideaki Anno, regista e coautore di Evangelion, rilasciò interviste al vetriolo, dove accusava gli anime fan di non aver capito nulla (in effetti guardando la serie, secondo alcuni è come se da un momento all'altro Anno volesse uscire dallo schermo annunciando: "La storia che stavate seguendo, o che credevate di seguire, NON era quella che stavo raccontando io..": infatti Evangelion nelle iniziali intenzioni di Anno avrebbe dovuto incentrarsi solo ed esclusivamente su Shinji. Tutto il resto (Angeli, Eva, il progetto per il perfezionamento...) sarebbe stato solo il contorno, per questo il finale (che, ripeto, si è stati costretti a fare per questioni di budget in crisi) ha avuto per protagonista il vero protagonista, cioè Shinji, lasciando perdere tutto il resto. L'accusa del regista nei confronti degli appassionati è quella di essersi fermati solo alle apparenze. in effetti, se ben si interpreta il criptico finale, si capisce che Shinji ha raggiunto il suo obiettivo: ora è una persona matura, per cui è giusto che si concluda con la vittoria. Vittoria del protagonista contro sé stesso e i suoi complessi. In questo senso è innegabile che Anno abbia lanciato un messaggio di ottimismo e di speranza visto come erano rappresentati i personaggi della serie, cioè con gravi problemi di comunicazione l'uno con l'altro e di capacità di esprimere i propri sentimenti. E' da notare che questo problema di comunicazione con gli altri, Anno lo sente nei fan dell'animazione di oggi, gli otaku; sempre chiusi nelle loro camere a leggere fumetti o a guardare gli ultimi video. La cosiddetta generazione X giapponese, chiusa in se stessa, problematica e poco aperta al dialogo. Discorso che si può estendere ben oltre gli adolescenti del solo Giappone, comunque. Tornando a noi, il discusso finale li ha fatti muovere: ora si riuniscono in gruppi, escono, chiacchierano. Certo discutono solo di Eva, ma da cosa nasce cosa e così Anno è riuscito a fare quello che si era davvero prefisso: far riscoprire ai fan la voglia di uscire e di stare con altri. Questo è il vero significato di Neon Genesis Evangelion, nella volontà di Hideaki Anno. Evangelion è una grande metafora, con un significato ben preciso racchiuso in ogni personaggio. Per questo ribadisco sempre quello che è il mio consiglio nei confronti di chiunque si avvicini a questo Anime: non guardate Evangelion come un normale Anime, non pensate ai combattimenti tra robottoni, belle ragazze, piloti figaccioni e nemici Gavroniani. Non troverete nulla di tutto questo e, soprattutto, se lo affronterete in questo modo, non comprenderete nulla di quanto viene espresso nella trama. E vi assicuro, perdereste molto. In Evangelion si lavora di cervello, questa è la sua bellezza e questo è il merito degli sceneggiatori, cioè l'aver realizzato una trama che non ha paragoni nel contesto dell'animazione Giapponese, a livello di Conan, Ken il guerriero, Nadia, X-Files, Star Trek, Star Wars ed Il Signore Degli Anelli. Ma i fan della serie aumentano di giorno in giorno, e il marketing degli oggetti (fossero anche normali beni di consumo) con il marchio Eva sale alle stelle e ben presto Evangelion si trasforma nel più grande successo degli anni 90. Però il finale continua a non piacere ai più, e così dopo lunghe discussioni Anno promette ai fan che, quando usciranno in videocassetta, gli ultimi due episodi saranno modificati. Passa poco tempo ed ecco che Anno dichiara che gli episodi incriminati non saranno cambiati: al loro posto uscirà nel Marzo 1997 (siamo alla fine del 1996) in tutte le sale cinematografiche del Giappone (precisamente nelle sale Kadokawa/Shoten/Bandai/Gainax, infatti in Giappone i cinema sono di proprietà delle ditte di produzione e distribuzione. Per cui se la Gainax produce un film, il suo film può essere visto solo nelle sue sale). Un film che concluderà finalmente la storia. La prima prevendita di 100.000 biglietti viene esaurita in pochissimi giorni: alcuni fan, visto che ad ogni biglietto è incluso un introvabile oggetto da collezione (dalla scheda telefonica al CD) addirittura ne comprano due, e le file ai punti di prevendita in certi casi sono lunghe tutta una strada. Non appena la prevendita è terminata, e sta per arrivare la seconda, Anno dà un altro annuncio: non ce la fanno a mettere tutto in un solo film, perciò lo divideranno in 2 parti. La prima sarà proiettata a Marzo e sarà un po' un'anticipazione del film vero, che uscirà a Luglio. Le reazioni dei fan all'inizio sono tutt'altro che buone, ma si rassegnano già pregustando un doppio divertimento. Se analizziamo la cosa col concetto di produzione che abbiamo normalmente in occidente, reputiamo la cosa abbastanza ridicola. Ma in effetti dobbiamo riflettere sul tipo di produzione che si è dimostrato Evangelion: c'era un pretesto iniziale, la serie è stata realizzata, ma ha preso uno sviluppo differente; durante la sua messa in onda non ha avuto successo, i soldi sono finiti ed è stata completata in maniera forzata in un modo che non si voleva. Finisce la serie in TV e improvvisamente scoppia l'interesse per Evangelion, la serie viene ritrasmessa, escono le videocassette, i Laser Disc e i Vcd, gli episodi vengono visti e rivisti. I gadget vanno a ruba. La Gainax trova ormai in Evangelion una fonte di guadagno enorme ed una quantità di sponsor che vogliono finanziarla (perché ragazzi alla fin fine, anche se è una riflessione che rovina la poesia, una serie viene realizzata pur sempre per far soldi, no? Se non frutta, cosa si fa a fare...). I fans reclamano un finale degno di questo nome, che finalmente dia delle spiegazioni esaurienti, la Gainax decide di realizzare i film, forte di un guadagno ancora maggiore rispetto al realizzarli per la TV o solo per l'Home Video. Noi ci abbiamo guadagnato in qualità e lei ci ha guadagnato i soldi dei biglietti e anche i soldi della successiva pubblicazione dell'home video. Fine della breve parentesi realistica. E' così che arriviamo al Marzo 1997, giorno della prima proiezione (la prima è alle 5.10 di mattina) del primo film, e c'è già coda dappertutto con file da almeno 3 giorni. Trovate delle analogie con Star Wars: Episode 1? Io si, molte. Questo può farvi riflettere ancora sul livello di importanza che assume Evangelion. Alla fine del film (vi ricordo che stiamo parlando di Death & Rebirth) i fan sono indecisi: lodarne la qualità o reclamare la testa del regista? Infatti nonostante le promesse il film svela ben poco, anzi aumenta i dubbi, e si conclude di botto in un punto cruciale...comunque il successo è altissimo, e i cinema fanno il tutto esaurito per molte settimane di seguito! Visto il successo del primo film, molti sponsor fanno a gara per collaborare al secondo film che esce puntuale a Luglio concludendo una buona volta la storia. Una curiosità: durante il primo film, Anno ha fatto girare di nascosto tra i cinema delle telecamere che hanno ripreso così il pubblico, e questi spezzoni fanno parte delle scene di vita reale che trovate in The End of Evangelion, quasi a dire: "Ecco, lo vedete? C'è un po' di Shinji in ognuno di voi..". Il primo film, intitolato all'inizio "Death", si chiama "Death and Rebirth " poiché è diviso in due parti: la prima parte, circa 70 minuti, chiamata appunto "Death", altro non è che un riassunto di tutta la serie fino all'episodio 24 dove viene sconfitto Tabris, l'ultimo Angelo. Il film quindi riassume la "morte" (Death) degli Angeli, ma in modo particolare, passando attraverso tutti i punti focali riguardanti i singoli personaggi, o meglio, i singoli children, perché gli altri personaggi non vengono analizzati. La seconda parte, "Rebirth", è un nuovo episodio 25. I fan si infuriarono poiché dopo 27 minuti, si interrompe proprio in un punto cruciale, in cui l'adrenalina è alle stelle. Praticamente tradotto in: "adesso siete costretti a venire al cinema a Luglio". Il secondo film si intitola esplicitamente "The End of Evangelion" ed è curioso notare il sottotitolo: visto che la maggior parte dei fan non ha saputo (o voluto) cogliere il messaggio originale della serie, Anno sembra dire in questo film: "Ok, l'avete voluto voi: vi darò ciò che mi chiedete!". Per avere un'idea più chiara vi riporto la traduzione letterale dal Giapponese, della locandina di presentazione di The End of Evangelion: "Non sarebbe meglio se tutti quanti semplicemente morissero?..."

Oceani di disperazione
Fragili spiriti
Sorrisi deviati
Oggetti terrificanti
Autodistruzione
Stranieri crudeli
Sostituzione dei sessi
Cure immediate
Desiderio del nulla
Ego imprigionati
Paura della separazione
Errori impari
Paura degli estranei
Pensieri pericolosi
Avversione all'armonia
Arroganza compatita
Pietà per i deboli
Fotografie difficili
Cicatrici dal passato
Margini sfuocati
Divergenze dei sensi comuni
Persone solitarie
Questioni di valori
Fusione col desiderio
Ritorno in grembo
Tempo vuoto
Declino del desiderio ardente
La mia inutilità
L'inizio della Fabbricazione
Proseguimento della realtà
Questa è la fine del sogno
...VUOI VERAMENTE STARE QUI?

THE END OF EVANGELION
NGE The Movie Air-My purest heart for you "

In netta contrapposizione con lo slogan di Mononoke Hime di Miyazaki che, pur pessimistico, lancia un bel: "Vivi!". Anche questo film è diviso in due parti: la prima, "Air (Love is destructive)" (Ep.25), altro non è che "Rebirth" già visto nel primo film con molte variazioni (ma non è stata tolta la scena che ha causato molte proteste: Shinji trova Asuka in coma e si masturba) ed un finale che lo termina con senso compiuto con tanto di canzone e titoli di coda, tanto che si racconta che a questo punto alcuni se ne siano andati pensando che il film fosse finito, quando invece c'era ancora la seconda parte: "My purest Heart for you" (Magokoro wo kimi ni) (ep.26), il nuovo finale della storia. Nota: alla fine del film, prima dell'ultima sequenza (la spiaggia) compare un nuovo titolo: "One more final: I love you". Nel mese di Marzo del 1998, la Gainax ha riportato Eva al cinema in un unico film chiamato "Revival", diviso in tre parti: la seconda e la terza sono come da programma "Air" e "My purest Heart for you" (purtroppo le mie fonti non mi dicono se sono davvero identiche alle originali), mentre la prima si chiama "Death (Thrue)" e consiste in "Death" con delle scene aggiuntive, eseguite personalmente da Masayuki, assistente alla regia della serie animata e regista dell'originale "Death".

I FILM

Death and Rebirth

Il primo lungometraggio di EVA è suddiviso in due parti. La prima parte è, appunto, Death, che è una specie di riassunto dei primi 24 episodi, con l'aggiunta di alcune sequenze inedite. Rebirth è invece la vera novità, ma dura in tutto 5 miseri minuti. Rebirth inizia con una breve introduzione sulla città, poi il tutto si sposta all'interno del reparto ospedaliero della Nerv. Shinji è all'interno della camera 303, in cui è ricoverata Asuka , in stato di shock, monitorata da diversi strumenti. Shinji la scuote, piangendo, nella speranza di rianimarla, ma alla fine le lenzuola cadono dal letto e lei resta nuda: la scena si sposta sulla maniglia della porta recante la scritta "chiuso" e, ansimando, Shinji comincia a masturbarsi guardandola. Misato intanto sta interrogando i Magi ( i computer della Nerv nei quali la madre di Ritsuko ha suddiviso la sua personalità a secondo dei ruoli di madre, scienziata e donna), e scopre finalmente la verità sul "programma di perfezionamento dell'uomo": l'uomo sarebbe arrivato ad un vicolo cieco nel suo presente stato evolutivo, l'unico modo di evolversi ancora verso uno stadio maggiore di perfezione dovrebbe avvenire artificialmente grazie al Third Impact. Dopo aver letto questo, Misato avverte lo staff della Nerv.Tutti gli Angeli sono stati sterminati, e la Seele cerca di togliere il comando della Nerv a Gendo tramite i Magi, ma Ritsuko blocca prontamente l'accesso. La Seele, allora, reagisce in maniera molto violenta: riesce a convincere le Nazioni Unite che la Nerv abbia intenzione di distruggere il genere umano: alle truppe dell'ONU viene dato l'ordine di uccidere tutte
le persone che fanno parte della Nerv, e di impossessarsi degli Evangelion, di Adam e di Lilith. Inizia così una serie di scene che sono forse tra la più violente e crude viste in un anime: Misato riesce a trovare (e miracolosamente a salvare) Shinji, ma nella Nerv vengono uccisi tutti quelli che capitano a tiro dei soldati dell'ONU. Intanto Gendo e il terzo clone di Rei incontrano Fuyutsuki: qui parlano di Yui, la madre di Shinji. Asuka, che è ancora in stato di shock, viene portata invece all'interno dell'Eva 02, in modo da tenerla sicuro: dopo aver lottato contro i suoi incubi, la ragazza riesce ad aprire gli occhi, aziona L'Eva 02 ed inizia
ad attaccare le truppe dell'ONU. I soldati riescono, però, a staccare l'alimentazione dell'Eva02: Asuka può agire per soli 5 minuti. La ragazza continua a lottare, ma all'improvviso vengono lanciati, da degli aerei, ben 9 Evangelion Eva 05-13. Rebirth termina con i 9 Eva che volano come avvoltoi al di sopra dell'Eva 02, lasciandoci con un finale che sembra tagliato.

The End Of Evangelion

"Death & Rebirth" è stato praticamente un insuccesso decretato dai fan,insoddisfatti di un film corto che, in ogni caso, non dava assolutamente una conclusione alla serie ed una spiegazione alle tante incognite. Così la Gainax plasma "The End Of Evangelion" che ripara al danno e si presenta come finale definitivo della serie. Misato e Shinji sono insieme in auto. La vettura viene presa di mira dai militari e si schianta, ma i due restano illesi. Misato, grazie all'aiuto di Maya, si mette in contatto con Asuka e le spiega che è necessario evitare il "Third Impact", per questo devono assolutamente essere eliminati i 9 Eva dallo 05 al 13.Misato cerca di portare Shinji all'interno dell'Eva 01 per aiutare Asuka. Purtroppo dei soldati li individuano e aprono il fuoco. Misato viene ferita gravemente e ormai sa di avere i minuti contati, perciò cerca dimettere in salvo il Shinji. Misato è ormai in fin di vita e regala a Shinji la sua croce, dopodiché gli da un bacio sulle labbra. Lo spinge nell'ascensore, che lo porterà lontano dai soldati, infine crolla a terra,in una pozza di sangue. Subito dopo arriva Rei, che vedendo Misato per terra, la trasforma in "LCL". Asuka, intanto, combatte contro i 9 Evangelion. L'energia degli Eva 05-13non si consuma mai, perché sono dotati del motore S^2. Uno di questi piantala propria lancia in un occhio dell'Eva 02: ormai non c'è più nulla da fare. Gendo e Rei sono insieme. Di fronte a loro c'è "Lilith". L'uomo avrebbe intenzione di entrare insieme a Rei in "Lilith". Intanto Ritsuko cerca di distruggere la base con l'autodistruzione, ma i Magi le disobbediscono, e Gendo la uccide con un colpo di pistola. L'Eva 02 sta per essere divorato dai suoi nemici, ma proprio mentre sta per entrare in modalità Berserk, viene trafitto da 9 lance e subito dopo viene fatto a pezzi. Shinji riesce a sapere cosa è successo alla sua amica per mezzo di Maya: di conseguenza ha paura di entrare nello 01, ma ad un certo punto il suo Eva si muove da solo, così il ragazzo capisce che è giunto il momento di entrare nell'Entry Plug. Improvvisamente un'enorme croce porpora fuoriesce dal Geo Front: L'Eva 01 comincia l'azione. Shinji urla, terminando così la prima parte del film.La seconda parte inizia con Shinji che vuole suicidarsi: in qualche modo il ragazzo riesce a richiamare a se la Lancia Longini e vorrebbe suicidarsi con questa. La Lancia, invece di trafiggergli il collo, si ferma a pochi centimetri da lui, le 4 ali di luce diventano una croce e i 9 Eva vi si attaccano, sollevandolo da terra: tutti insieme prendono la forma dell'albero della vita. Il Third Impact è iniziato: un'enorme esplosione parte dal Geo Front espandendosi per tutto il Giappone e man mano oltre. Intanto Gendo cerca di fondersi con Rei in modo da poter entrare in Lilith. Rei perde un braccio e lo sostituisce con quello di Gendo. L'uomo sta per essere risucchiato, cerca di resistere, ma Rei lo deride e si dirige verso Lilith, entrando dentro di lei. Lilith si trasforma in una Rei enorme, alta fino alla stratosfera dove si trova lo 01. Cerca di prenderlo con se per fondersi con lui, ma Shinji, ancora sotto shock, vede la enorme Rei con un viso simile a un mostro, Lilith prende la forma di Kaworu tentando di tranquillizzare il ragazzo. Lo trae a sé, e si fonde con lui. Il Giappone è ormai una massa di fuoco che si espande per tutto il pianeta. Tutti gli uomini si trasformano incroci fiammeggianti e tutte le loro anime volano verso la la Rei gigante che li assorbe. Comincia l'ultima parte del Third Impact: Shinji si ritrova di fronte a Rei. Il Third Impact dipende unicamente da lui, poiché si compirà con la fusione tra lui e la ragazza. Shinji incontra Asuka nel passato, ma lei lo respinge violentemente, perché ha paura che anche lui si approfitti di lei come hanno fatto tutti. Shinji si arrabbia, le prende il collo e la soffoca. Ritorniamo al presente e il ragazzo sta per accettare di essere fuso con Rei, ma all'improvviso si trova di fronte il crocefisso di Misato e riesce così a trovare la forza di dire no all'unione. Kaworu e Rei sono vicino a lui, chiedono che cosa vuole che succeda agli esseri umani: il ragazzo chiede che tutti ritornino in vita. Appare così una foto di gruppo, e sembra che tutto si sia concluso per il meglio. La Rei gigante cade in pezzi: la lancia inizia a fluttuare nello spazio con la speranza che un altra razza la trovi, si evolva fino allo stadio massimo, e che abbia il coraggio di far avvenire il Third Impact. Shinji si sveglia, si guarda intorno, vedendo una terra completamente desolata. Accanto a lui c'è Asuka con una fascia su un occhio e alle braccia; egli ricordando quanto è successo prima, tenta di strangolarla. Ma quando lei lo prende per il braccio e cerca di fermarlo, lui scoppia in lacrime. Asuka lo guarda, si tocca il collo e dice: "Che sensazione terribile!".

Note dell'autore: Il presente prontuario è un semplice riassunto schematico e generico (se si vuole anche eccessivamente superficiale) degli avvenimenti contenuti in Neon Genesis Evangelion, da utilizzare come veloce riferimento e non come documento finale di interpretazione approfondita degli avvenimenti. Numerose vicende sono ancora in fase di interpretazione nelle aree di discussione dei fans, per cui tale documento è da ritenere basato su interpretazioni e deduzioni che non potranno mai essere definitive. Tale documento, in definitiva, può essere soggetto di rivisitazioni, correzioni o aggiunte periodiche. Ricordo che non esiste un canone ufficiale di Neon Genesis Evangelion che spieghi in maniera definitiva tutti i misteri riguardanti la serie, anche lo stesso Red Cross Book è stato rimesso più volte in discussione per alcuni suoi contenuti. Il presente documento è realizzato per una libera distribuzione. Non viene quindi coperto da nessun diritto d'autore. Si prega di non effettuare nessuna modifica al testo contenuto, di non utilizzare i contenuti a scopo di lucro e di lasciare intatti tutti i riferimenti all'autore presenti all'interno di questo documento.

I contenuti di questo testo sono stati tratti con regolare autorizzazione dell'autore dal
NEON GENESIS EVANGELION ITALIAN WEB SITE di STEFANO POGGIOLI